Ultima modifica: 8 Febbraio 2018
IC Scialoia > Ampliamento dell’offerta formativa

Ampliamento dell’offerta formativa

Ampliamento dell’Offerta Formativa

anno scolastico 2017-18 (lavori in corso)

I nostri progetti per ordine di Scuola:

Per rispondere ai bisogni dell’utenza, la scuola diversifica l’offerta formativa attuando PROGETTI di arricchimento, potenziamento e recupero sia in orario scolastico sia in orario extrascolastico. Inoltre, in coerenza con le linee programmatiche delineate nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa, realizza percorsi didattici ed educativi trasversali che hanno come obiettivo la continuità tra i tre ordini di scuola. Le attività e le iniziative proposte costituiscono un ampio ventaglio di opportunità formative che affiancano la programmazione didattica e si prefiggono di motivare negli alunni la partecipazione attiva all’apprendimento, alla scoperta e di stimolare l’interesse verso la costruzione personale delle competenze per la promozione del successo formativo.

PROGETTI D’ISTITUTO IN VERTICALE:

ACCOGLIENZA-RACCORDO-ORIENTAMENTO-PREVENZIONE DELLA DISPERSIONE-INCLUSIONE

Questi specifici progetti favoriscono il passaggio degli alunni da un ordine di scuola all’altro in un’ottica di continuità e di benessere psicofisico generale.

INCLUSIONE ALUNNI STRANIERI E INTERCULTURA

La presenza di alunni provenienti da diversi stati del mondo, rappresenta  l’occasione per favorire fra adulti e bambini la divulgazione di valori come la tolleranza e la solidarietà, superando ogni pregiudizio e diffidenza. Tutto il personale della scuola è aperto e impegnato a mettere in atto azioni, gesti e strategie affinché il processo di inclusione si realizzi nel migliore dei modi.

Strategie-azioni-interventi:

  • accoglienza e percorsi formativi di prima alfabetizzazione personalizzati nei tre ordini di scuola;
  • risorse esterne che affiancano la scuola nella sua attività di integrazione;
  • cooperative e associazioni di volontariato per il sostegno ad alunni stranieri nell’inserimento a scuola e sul territorio per i progetti;
  • nato per volontà del MIUR il Polo START promuove, con la partecipazione del Comune di Milano, le associazioni che da anni si occupano di inclusione dei minori stranieri e di ricongiungimenti familiari, in sinergia con l’ufficio scolastico provinciale, l’ufficio scolastico regionale, le istituzioni scolastiche (coordinate in quattro poli di progettazione) e la partnership della Fondazione Ismu.
  • LSCPI (Lingue di scolarizzazione e curricolo plurilinguistico e interculturale). Da anni l‘Istituto attua il Progetto integrazione e alfabetizzazione alunni stranieri e porta avanti autonomamente LSCPI per la costruzione di un curricolo plurilingue verticale.
  • U.N.E.S.C.O. L’ Organizzazione U.N.E.S.C.O. è stata creata con lo scopo di contribuire alla pace e alla sicurezza nel mondo promuovendo la cooperazione tra le nazioni attraverso l’Educazione, la Scienza e la Cultura, garantendo il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell’uomo e delle libertà che la Carta dei Diritti Fondamentali delle Nazioni Unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione. L’Istituto Comprensivo Scialoia è una realtà che accoglie circa il 60% di alunni stranieri, crede in questi ideali e realizza da anni un’educazione sempre più interculturale, volta alla comprensione e all’inclusività nei confronti dell’altro. Nel nostro Istituto si attuano vari progetti che valorizzano il patrimonio culturale e linguistico oltre all’educazione interculturale, al fine di giungere allo sviluppo e alla promozione dell’educazione alla Pace e alla Cittadinanza, principi cardine dell’U.N.E.S.C.O.
  •  NOVE + . Il nostro Istituto insieme a Mission Bambini (capofila di un partenariato di 15 organizzazioni: enti non profit,4 scuole,Municipio9, Comune di Milano e Università Cattolica) fa parte della grande rete del progetto NOVE + nato per produrre un reale cambiamento del sistema dei servizi educativi nel Municipio 9. Attraverso azioni concrete si attiva per rendere il territorio più efficace, inclusivo ed elemento centrale di un benessere sociale diffuso. L’ idea di fondo è quella di un benessere „generativo‟, dove i beneficiari degli interventi (studenti, famiglie, insegnanti, giovani) non sono più utenti ma attori protagonisti.
  •  FAMI (Fondo Asilo Migrazione Integrazione )  L’Istituto Scialoia è capofila, insieme all’Istituto Maffucci e Cremona Zappa, del progetto FAMI “Misura per Misura” dedicato esclusivamente agli studenti NAI per prevenire la dispersione scolastica e favorire l’integrazione e l’inclusione. Attraverso l’attuazione di attività creative come il BLOG, i corsi di alfabetizzazione L2 e al dopo scuola, gli studenti non italofoni neo arrivati possono inserirsi in un ambiente sociale, linguistico e culturale accogliente e ricettivo con la collaborazione dell’associazione La Lanterna e della fondazione Monserrate. Inoltre è messo a disposizione dell’istituto e delle famiglie il servizio di mediazione linguistica: esperti nel settore linguistico e culturale che aiutano genitori ed insegnanti nella traduzione di documenti e li affiancano durante i colloqui. Questo garantisce una maggiore comprensione della realtà scolastica e permette una maggiore inclusività e una comunicazione più efficace e funzionale.

INCLUSIONE ALUNNI CON DISABILITA’

La principale visione pedagogica dell’Istituto è che i soggetti con disabilità possono vivere con gli altri e quindi DEVONO vivere con gli altri. La scuola per essi rappresenta un luogo educativo eccezionalmente importante, soprattutto se viene loro concesso di frequentarla insieme a chi non ha deficit, integrati in un contesto. La condizione di disabilità non può inficiare la dignità della persona piuttosto essa esige che la normalità diventi condizione imprescindibile per un processo di crescita ottimale. E’ per questo motivo che tutto il personale lavora per assicurare a tali alunni la possibilità di acquisire le abilità per inserirsi nel mondo attraverso un proprio cammino. Si garantisce loro la presenza di professionisti dell’educazione. Infatti nell’Istituto è presente il G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l’Inclusione) che si riunisce nel corso dell’anno scolastico in quanto ad esso compete la collaborazione alle iniziative educative e di integrazione predisposte dal piano educativo personalizzato degli alunni con disabilità. Il gruppo di lavoro di sostegno porta avanti una serie di progetti, all’interno dei laboratori, atti a facilitarne la totale inclusione. Tra gli enti esterni che collaborano con il nostro Istituto vi è la cooperativa sociale “Co.esa” e l’ospedale Niguarda.

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE

Si intende promuovere stili di vita salutari come sintesi di un equilibrato rapporto con se stessi, con gli altri e con l’ambiente. In particolare, si mira ad orientare gli alunni ad una cultura che favorisca lo sviluppo di uno stile alimentare corretto e di una abitudine costante al movimento. Aree tematiche trattate:

  • alimentazione: progetto “Sicurezza alimentare” in collaborazione con la Fondazione Monserrate;
  • movimento (docenti interni ed esperti esterni del CONI, dell’associazione Amatori RUGBY Milano e dell’associazione scuola di CIRCO Quattro x 4 AIDD/ Rotary)
  • progetto EAT dedicato ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado è un progetto annuale che si avvale della preziosa collaborazione di esperti e medici dell’Ospedale di San Donato Milanese . L’obiettivo è di informare ed educare gli alunni ad una stile di vita sano ed equilibrato e portarli alla consapevolezza e al discernimento di buoni e cattivi comportamenti alimentari.

EDUCAZIONE AL BENESSERE PSICOFISICO E ALL’AFFETTIVITA’

L’ Istituto, che crea le condizioni per l’uguaglianza passando dalla diversità, offre servizi adeguati ai bisogni degli alunni e attua strategie operative accuratamente elaborate e definite. Tutto questo operato agevola negli alunni una “disponibilità ad apprendere” nel rispetto e nella tutela del pieno sviluppo delle proprie capacità e previene fenomeni di insuccesso, mortalità scolastica e future diseguaglianze sul piano sociale. Inoltre, per poter riconoscere i segnali di disagio e offrire spunti di riflessione ai genitori sul proprio ruolo educativo, l’Istituto mette in atto un modello organizzativo e didattico flessibile ricorrendo a metodologie pluralistiche favorendo l’uso di più linguaggi e promovendo la partecipazione di tutti gli studenti a: laboratori di animazione teatrale, laboratori di espressione corporea (arte circense, psicomotricità, danza…), laboratorio di musica, psicologia scolastica ( associazioni: AIDD, ROTARY, LA LANTERNA, METAEDUCAZIONE), progetti finalizzati all’Inclusione e alla prevenzione del disagio, progetto Orientamento con il supporto di esperti esterni (sportello psicologico aperto ai genitori, ai docenti e agli alunni), telefono Azzurro.

EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA

Educare alla sicurezza significa essenzialmente prevenire e promuovere il benessere nei luoghi di studio e/o di lavoro fornendo strumenti necessari e indicazioni semplici e immediate, specie a livello di norme comportamentali, per migliorare il livello di sicurezza degli ambienti in cui si vive quotidianamente. Per concretizzare quanto sopra esposto, l’Istituto attua anche la “Settimana della Sicurezza” durante la quale sono previsti, per ogni ordine di scuola, uno o più momenti di approfondimento (spesso con l’ausilio di presenze esterne quali la protezione civile, lo staff della CROCE ROSA CELESTE …) e riflessione su grandi e piccoli pericoli.

EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA E MONDIALE

L’Istituto si pone l’obiettivo di sviluppare competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché della solidarietà, della cura dei beni comuni, della consapevolezza dei diritti e dei doveri. Inoltre, favorisce lo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza, al rispetto della legalità e della sostenibilità ambientale proponendo una gamma variegata di progetti ed iniziative:

  • “progetto CONSIGLIAMI” Il consiglio del municipio 9 che coinvolge gli alunni della scuola Primaria e Secondaria di I Grado;
  • progetto sulle religioni;
  • insegnamento, potenziamento e certificazioni delle lingue straniere (inglese, tedesco e spagnolo);
  • educazione stradale (spesso con la presenza della Polizia Locale);
  • educazione alla convivenza civile;
  • educazione ambientale;
  • iniziative solidali come: adozione di un bambino a distanza in collaborazione col PIME, raccolta di occhiali usati, tappi di plastica, generi alimentari non deperibili per reparto Talamona del Niguarda.
  • collaborazioni per avvicinare gli studenti alla conoscenza e all’esperienza del vissuto e della vita quotidiana di bambini e ragazzi residenti in altri Paesi del mondo attraverso collaborazioni e “gemellaggi”.

DISAGIO GIOVANILE, BULLISMO E CYBERBULLISMO

È un progetto avviato dallL’A.I.D.D., Associazione Italiana contro la Diffusione del Disagio giovanile Onlus, fondata e gestita dal Lions e Rotary Lombardia. Rivolto ai ragazzi dell’ultimo anno della scuola primaria e a tutte le classi della scuola secondaria di primo grado, si avvale della collaborazione di specialisti tra cui uno psicologo e un avvocato. Attraverso diversi incontri renderanno più consapevoli i ragazzi su questo fenomeno.

EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il nostro Istituto realizza e aderisce a progetti tesi alla consapevolezza e valorizzazione del Pianeta e delle persone. Gli studenti, intesi come agenti di un futuro cambiamento e di cittadini più consapevoli, vengono accompagnati alla scoperta e realizzazione di obiettivi specifici così come previsto dalla legge 221 del 2015 e in riferimento all’Agenda 2030 dell’Onu per lo sviluppo sostenibile (un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. http://unric.org/it/agenda-2030 ).

  • progetto JUN€CO   Jun€co è stato ideato e realizzato da un team di una quindicina di psicologi, pedagogisti, sociologi, economisti e insegnanti di scuola primaria, su iniziativa della Fondazione Enrica Amiotti (dal 1970 al servizio di insegnanti e alunni della Scuola Statale italiana) in collaborazione col Servizio Psicologia dell’Apprendimento e dell’Educazione in Età Evolutiva dell’Università Cattolica, con Fondazione Ismu – Iniziative e Studi sulla Multi-Etnicità, col Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico dell’Università Bocconi e facendo leva sulla metodologia della PMI-EF (Project Management Institute – Educational Foundation). È un programma educativo che propone ai giovanissimi in maniera ludica, partecipata, inclusiva e divertente i concetti chiave dell’economia etica e sostenibile, e li fa esperire in sogni-progetti utili e concreti per la scuola e per il territorio. JUN€CO non è un corso di “alfabetizzazione finanziaria” ma parla di risorse (tangibili, intangibili; individuali, collettive) e le fa vivere, costruire, difendere, non sprecare e condividere!

Funzione Strumentale                         Dirigente scolastico

Gestione e Valutazione PTOF                     Dott.ssa Monica Aloise

Ins. Marco Bruno